Regolamento delle Infiorate

55° Concorso Infiorate 2016

REGOLAMENTO

Premessa
Il presente regolamento disciplina le modalità di realizzazione, organizzative, economiche e promozionali delle Infiorate, in linea con quanto previsto dall’art. 2 dello Statuto sociale dell’Associazione “Le Infiorate di Spello”.
Art. 1 (Definizione)
Le Infiorate consistono nella realizzazione di quadri e tappeti di fiori sulle strade del centrostorico di Spello percorse dalla processione del Corpus Domini. Le raffigurazioni, ispirate a tematiche religiose della cristianità, sono costitute da figure piane, bidimensionali, in cui è ricercabile un effetto tridimensionale esclusivamente tramite l’utilizzo di tecniche:
a. prospettiche;
b. cromatiche;
c. di stratificazione dei fiori e delle specie vegetali conseguita per mera sovrapposizione, senza l’uso di collanti, e fino ad un massimo di 15 cm in rilievo dal suolo.
Non è consentita la creazione di installazioni, anche amovibili, poste sui quadri e sui tappeti.
Art. 2 (Tesseramento soci)
Tutti coloro che partecipano al Concorso delle Infiorate devono risultare tesserati per l’anno in corso. Il tesseramento è aperto a tutti e la quota è determinata con delibera del Consiglio Direttivo. Il mancato rinnovo del tesseramento di un gruppo di infioratori comporta l’automatica esclusione del gruppo stesso dal concorso delle Infiorate.
Art. 3 (Promozione e pubblicità)
Al Consiglio Direttivo competono tutte le iniziative volte alla promozione, crescita, e cura della manifestazione delle Infiorate.
Art. 4 (Materiali ammessi)
Le infiorate vengono realizzate con fiori freschi raccolti in natura, eventualmente essiccati. E’ ammesso l’uso di parti vegetali diverse dal fiore. I fiori e le specie vegetali essiccati devono essere non bruciati e non polverizzati. I fiori e le specie vegetali devono essere in ogni caso non colorati artificialmente. E’ ammessa la tritatura dei vegetali e dei fiori essiccati purché essi non siano miscelati con altri materiali vietati dal presente articolo. E’ vietato l’uso del legno, in qualsiasi forma. E’ vietato l’uso di qualsiasi materiale non vegetale. E’ vietato incollare sul suolo stradale o sopra il disegno cartaceo i materiali vegetali o floreali. Ogni eventuale deroga sarà deliberata dal Consiglio Direttivo. E’ ammesso l’uso di acqua per mantenere umida l’opera floreale e impedire il rapido essiccamento dei materiali vegetali e floreali.
Art. 5 (Trasposizione del bozzetto)
La trasposizione del bozzetto sul fondo stradale può essere realizzata solo nei seguenti modi:
a) con gessetti;
b) su carta, che può essere fissata solo con colle da parati; la carta non può essere
colorata nelle parti da infiorare;
c) con degli stampi.
Sono vietate tutte le altre forme di riproduzione. Il bozzetto non sarà oggetto di valutazione da parte della giuria.
Art. 6 (Categorie e definizioni)
Le infiorate si distinguono in 4 categorie:
a) QUADRI, ossia infiorate di almeno 24 metri quadrati che rappresentino il tema religioso in modo figurativo, astratto o simbolico e dal quale sia sempre desumibile il significato che si è voluto rappresentare. Le suddette dimensioni sono ridotte a 15 metri quadrati o 12 metri lineari per le infiorate di via Giulia, via Cappuccini e via Torre di Belvedere, sulla base della larghezza della strada e come da delibera del Consiglio Direttivo.
b) TAPPETI FIGURATIVI, ossia infiorate di almeno 12 metri lineari ma inferiori a 24 metri quadrati, in cui sia presente almeno un elemento figurativo.
c) TAPPETI GEOMETRICI, ossia infiorate di almeno 12 metri lineari, in cui prevalga la ripetitività delle forme.
d) UNDER-14, ossia quadri o tappeti delle dimensioni di almeno 12 metri quadrati o lineari realizzati da gruppi i cui membri non abbiano superato i 14 anni di età.
In ogni caso, deve essere lasciato 1 metro di rispetto dal bordo della strada; tale misura è ridotta a 70 cm per le seguenti vie: via S. Angelo, via Giulia, via Cappuccini, via Torre di Belvedere. E’ fatto divieto di infiorare il tratto di Via Cavour tra il numero civico 2 e il numero civico 14 per agevolare il transito pedonale.
Art. 7 (Allestimento)
L’esecuzione delle infiorate ha inizio nelle prime ore del pomeriggio del sabato che precede la festività del Corpus Domini; prosegue per tutta la notte e deve essere ultimata entro le ore 8:00 della domenica. E’ concessa la tolleranza di un’ora di ritardo. Ritardi superiori a un’ora saranno valutati negativamente ai fini della graduatoria finale. In ogni caso, entro le ore 8:00 dovranno essere rimosse tutte le attrezzature di protezione, gli ingombri e i rifiuti. Al fine di garantire il deflusso turistico, nonché le necessarie vie di sicurezza, il Consiglio Direttivo può, con apposita delibera, interdire l’apposizione di tenso-strutture in specifici tratti stradali. In tal caso, con i gruppi infioratori interessati si concorderà la soluzione più idonea per l’allestimento della propria infiorata.
Art. 8 (Organizzazione)
L’iscrizione al Concorso delle Infiorate è valida dal momento del pagamento della quota associativa.
Nella domanda d’iscrizione deve essere indicato: il nome del gruppo infioratori, il tratto stradale richiesto, la categoria (quadri o tappeti) e se il gruppo è composto da membri che non abbiano superato il 14° anno di età. Il comitato direttivo si riserva, in accordo con i gruppi interessati, di assegnare luogo diverso qualora vengano lasciate scoperte zone della città storica. Ogni gruppo conserva il diritto a realizzare l’infiorata sullo stesso luogo dell’anno precedente, salvo che vi rinunzi espressamente. Il diritto decade dal quarto anno di mancata realizzazione dell’infiorata. Nel caso che nessun altro gruppo realizzi un’infiorata sul luogo lasciato libero, l’ultimo gruppo che ha utilizzato quello spazio ha diritto a rientrarne in possesso.
Art. 9 (Iscrizione al concorso delle Infiorate di gruppi non cittadini)
Tutti i gruppi che hanno partecipato alla manifestazione fin dall’edizione 2001 hanno diritto di partecipare anche negli anni successivi. Per l’ingresso di nuovi gruppi appartenenti a città diverse da Spello, è necessaria l’autorizzazione del Consiglio Direttivo.
Art. 10 (Giurie)
Per la categoria Quadri è prevista una giuria nominata di anno in anno dal Consiglio Direttivo e composta da 5 membri esperti in discipline artistiche e/o teologiche non appartenenti a nessun titolo all’Associazione delle Infiorate. Ogni giurato esprimerà il proprio giudizio secondo i parametri della scheda di valutazione messa a sua disposizione dal Consiglio Direttivo dell’Associazione. Le valutazioni di ogni singolo giurato vengono pubblicate all’esito della premiazione. La giuria delle categorie Under-14 e Tappeti è formata da 5 membri estratti a sorte tra tutti i Maestri Infioratori che partecipano alla categoria Quadri. Il Consiglio Direttivo si riserva la possibilità di nominare fino a due giurati esterni, aventi competenze specifiche per la valutazione delle opere floreali dei Tappeti e degli Under-14.
Art. 11 (Compiti delle giurie)
La giuria della categoria Quadri esamina le opere dalle ore 8:00 alle ore 11:00 della domenica mattina secondo il percorso indicato dal Consiglio Direttivo. Un rappresentante di ogni gruppo infioratori della categoria Quadri attesta con la propria firma l’avvenuto passaggio della giuria. Successivamente, anche con l’aiuto delle foto scattate a ciascuna infiorata, la giuria esprime, a suo insindacabile e motivato giudizio, la relativa graduatoria finale. La giuria delle categorie Under-14 e Tappeti esamina le opere dalle 8:00 alle 11:00 della domenica, dopodiché si riunisce per esprimere, a insindacabile giudizio, la graduatoria finale.
Art. 12 (Ricorsi)
Eventuali ricorsi per provata e motivata violazione del presente regolamento possono essere presentati dai Maestri Infioratori o loro delegati entro le ore 12:00 della domenica del Corpus Domini presso la Sede dell’Associazione. Il ricorso va presentato su apposito modulo prestampato e compilato in ogni sua parte. La giuria insindacabilmente valuterà le eventuali infrazioni al presente regolamento, previa audizione del Maestro Infioratore dell’infiorata oggetto del ricorso, prendendo gli opportuni provvedimenti in fase di graduatoria finale. L’uso di materiale vegetale bruciato o colorato artificialmente, nonché l’impiego di legno o materiale non vegetale, comporta l’automatica esclusione dal concorso.
Art. 13 (Premiazione)
La premiazione avverrà in orario e luogo stabiliti dal Consiglio Direttivo e preventivamente comunicati.
Art. 14 (Raccolta fondi)
Ogni forma di raccolta fondi organizzata dai gruppi infioratori deve essere preventivamente approvata dal Consiglio Direttivo che è nella facoltà di penalizzare, con trattenute sui premi in denaro, coloro che svolgano tale attività senza autorizzazione o in modi non conformi al prestigio della manifestazione.
Art. 15 (Infiorate realizzate in date diverse dal Corpus Domini)
I gruppi infioratori, singoli o associati, che vogliano realizzare Infiorate in date diverse da quella del Corpus Domini o in altre città devono essere preventivamente autorizzati dal Consiglio Direttivo. L’uso non autorizzato del logo o del nome delle Infiorate di Spello determina l’esclusione degli autori dall’Associazione salvo il diritto di quest’ultima ad agire in giudizio per il ristoro degli eventuali danni subiti. Sul procedimento disciplinare di cui al comma precedente decide l’assemblea dei Maestri Infioratori.
[Il Consiglio Direttivo]

 

• 13 novembre 2014